Klimahouse Sicilia ai nastri di partenza

Mancano pochi giorni alla prima edizione di Klimahouse Sicilia, versione itinerante della principale fiera internazionale dedicata al risanamento e all'efficienza energetica promossa da Fiera Bolzano. La sostenibilità in chiave 'mediterranea' è al centro del dibattito della mostra-convegno, che si svolge il 28 e 29 ottobre a Giarre in provincia di Catania.

Il contesto edilizio italiano è caratterizzato da un'ingente quantità di edifici esistenti obsoleti, non conformi alla normativa antisismica ed energetica e inadeguati alle esigenze spaziali e funzionali della società attuale. Dare nuova vita al costruito attraverso progetti di riqualificazione e trasformazione diventa dunque indispensabile per rispondere alle leggi vigenti e anche per limitare il consumo di suolo, che negli ultimi 60 anni è quasi quadruplicato. La riqualificazione di un fabbricato deve prevedere il consolidamento strutturale, il miglioramento della qualità energetica dell'involucro e degli impianti, la ridefinizione degli spazi, delle superfici e dei volumi, anche a fronte di una riconversione della destinazione d'uso per edifici sicuri, confortevoli, funzionali e a bassissimo consumo energetico. Queste le tematiche di attualità che verranno sviluppate in occasione della prima edizione di Klimahouse Sicilia nell'ambito di un tris di convegni di alto profilo professionale: riqualificazione ed efficienza energetica con un occhio al rapporto architettura-bellezza per mantenere la nostra storia, preservare la nostra cultura, difendere le nostre radici.

Ad aprire Klimahouse Sicilia il convegno organizzato da Edicom Edizioni dal titolo 'Trasformazione architettonica e funzionale del patrimonio edilizio' che offre una carrellata di esempi virtuosi di recupero energetico e funzionale del patrimonio immobiliare. 'Architettura e libertà. Conversazioni sull'equilibrio delle forme nel muto dialogo fra materia e non materia' è il focus del secondo convegno, in calendario il 29 ottobre. Al centro una serie di conversazioni sull'architettura e sull'invenzione della bellezza, sul contemporaneo che rigenera l'antico e sul passato che diventa futuro pur mantenendo la nostra identità culturale. A parlarne, il Prof. Vincenzo Latina, dell’Università degli Studi di Catania, il Prof. Giovanni Francesco Tuzzolino, dell'Università degli Studi di Palermo e il sociologo Prof. Paolo Crepet. Questo convegno segna l'ultima tappa dell'Archi-tour Sicilia, il primo tour che ha toccato 7 città dell'isola per promuovere sinergie concrete fra progettisti, committenti e la finanza agevolata.

Il terzo appuntamento, in calendario sabato 29 ottobre, è organizzato dall'Agenzia CasaClima di Bolzano. Il dibattito, dal titolo 'Sostenibilità mediterranea: alleanza per uno sviluppo sostenibile' mette al centro cultura, esperienza e professioni per una condivisione di obiettivi. Tra i temi del convegno, "Le nostre città e l'ambiente: proposte per una sostenibilità fattibile" e un'esperienza diretta del Comune di Catania sulla sfida sostenibile della città metropolitana. Da non perdere la lectio magistralis di Francesco Grillo, della Oxford University e consulente del Ministero della Pubblica Istruzione, dal titolo 'L’Italia e l’innovazione nella globalizzazione, utopia o the best is yet to come?' Seguirà una tavola rotonda sul ruolo dell’edilizia sostenibile nello sviluppo del Sud: dagli strumenti di programmazione locali alla riqualificazione del costruito, dalla qualità del cantiere nel risanamento energetico al ruolo degli impianti negli edifici NZEB, dalla cultura della bellezza alla ricerca dell‘efficienza. Tra gli ospiti, Paolo Nicolosi - Presidente Collegio dei Geometri di Catania, Santi Maria Cascone - Presidente Ordine degli Ingegneri di Catania, Giuseppe Scannella - Presidente Ordine degli Architetti PPC di Catania, Nicolò Vitale - Presidente Collegio dei Periti Industriali di Catania, Giuseppe Piana - Presidente ESEC Catania.

Applicazione di metodi e approcci progettuali, di materiali, sistemi e tecnologie innovativi completano il programma di Klimahouse Sicilia per offrire al progettista un'esperienza formativa, informativa e allo stesso tempo pratica. La partecipazione ai convegni prevede il riconoscimento di crediti formativi.